Mantenere la calma con certe persone

Con certe persone perdiamo la calma. Ci impediscono di controllare quel sentimento di rabbia che cresce rapidamente in fino a scoppiare. Potrebbero essere individui con un comportamento che minano l’equilibrio psicologico, generando rabbia, ed a volte talmente tanta da non gestirla più.

Ma siamo noi stessi che permettiamo a queste persone di farci arrabbiare, siamo noi ad acconsentire la risonanza dentro di noi, fino a destabilizzarci.

Quando una persona scatena rabbia, è come se pensiamo che questa persona abbia più importanza di ciò che pensiamo di noi stessi. Perdiamo il controllo e la capacita di pensare in noi, scegliamo di credere di più nell’altro.

Ricordiamo cheCarl Rogers ha detto: “Riconoscere che ‘io sono colui che sceglie’ e ‘sempre io sono quello che determina il valore che l’esperienza ha per me’, mi arricchisce, ma mi fa anche paura”.

Quindi la rabbia ci permette di esprimere un nostro sentimento ma per difesa tendiamo a puntare il dito contro gli altri, lontano da noi perché è più facile.  Ci aiuta con le responsabilità ed evitiamo di dover lavorare sulla rabbia e cercare le cause all’interno di noi.

Le nostre emozioni e le nostre sensazioni sono una nostra responsabilità perché, possiamo scegliere come sentirci in determinate circostanze, possiamo scegliere come reagire alle stesse, abbiamo la capacità di modulare le nostre reazioni e mantenere il controllo, ma ….

Così, ogni volta che ci arrabbiamo, stiamo cedendo il controllo all’altro, diamo un’importanza che non ha e gli permettiamo di mandare in crisi la nostra stabilità emotiva.

Allora basta!!!  Dobbiamo imparare a difenderci e riprendere la gestione delle nostre emozioni. Accettiamo che le emozioni sono nostre!!! Possiamo scegliere: soprattutto come reagire!!!

Prenderci la responsabilità delle emozioni, ascoltarle ed osservarle anche se può farci paura. Ciò ci permette di conoscere meglio, dentro di noi, e capire perché reagiamo in un certo modo.

Ma pensiamo meglio alla questione:

  • affidereste il vostro equilibrio psicologico ad uno sconosciuto che è scortese e antipatico?

La risposta è un “no” deciso, ma, dal punto di vista emotivo, è quello che facciamo ogni volta ci arrabbiamo. Pertanto, è importante imparare a mantenere la calma e reagire con tranquillità.

Scoprire l’origine della rabbia è importante, la persona che scaturisce la rabbia, chi è e che ruolo ha nella vostra vita. Potreste essere arrabbiati per una brutta giornata, per qualcosa non è andato come previsto, o perché avevate troppe aspettative per altro. La causa della rabbia la potete trovare dentro di voi, non ha senso cercarla fuori.

Esercitarsi a guardare dentro di voi stessi, vi permetterà di spostare l’attenzione dall’esterno verso l’interno, e il semplice cambio di prospettiva vi permetterà di riprendere il controllo della situazione. Non prendetela come qualcosa di personale …

Pertanto, è importante imparare a valutare le situazioni assumendo la corretta distanza emotiva. Per mantenere la calma nelle situazioni più complicate si potrebbe pensare che la rabbia sia una sorta di scelta.

Se una persona sta cercando di farvi arrabbiare potete decidere di permetterglielo o no. Se accettate questo dono, vi arrabbierete e la persona avrà acquisito potere su di voi. Al contrario, se non lo accettate, se non seguite il gioco di insulti e provocazioni, non avrà altra scelta che tenere per sé tutti quei sentimenti tossici e la rabbia svanisce. Trovate la giusta motivazione per superare la forte emotività.

Ricordate che ci sono persone che si comportano come se fossero tutto loro in senso emotivo, mi riferisco alle persone tossiche, ma sta solo a voi accettare che carichino questi sentimenti tossici.

Dott.ssa Elena conter

Psicologa

Leave a Comment