Il punto nero e lo spazio bianco

Scrivete su quello che vedete sul foglio che vi mostro.

  

 

Si constata che non c’erano domande sul foglio ma solo un punto nero al centro del foglio.

 

Tutti si concentrano sul punto nero e la stessa cosa accade alle vostre vite.

Tutti ma tutti avevano definito il punto nero, cercando di spiegare la sua posizione al centro del foglio.

Ma la cosa che non è Mai capitata  è che nessuno ha parlato della parte bianca del foglio…

I punti neri sono piccoli contro  tutto l’insieme che abbiamo nelle nostre vite, ma sono ciò che ci danneggia, ci distoglie l’attenzione da ciò che è buono.

 

Allora cercate di non prestare lo sguardo ai punti neri delle vostre vite, apprezzate i lati positivi che ogni momento la vita regala. Siate felici e vivete una vita piena di sentimenti positivi e di belle cose!

È difficile distogliere lo sguardo da quel piccolo punto nero anche se piccolo… È Quello che condiziona la maggior parte di noi. Non considerarlo costa fatica, determinazione e costanza. Chi si estranea dal contesto può riuscirci ad ottenere la felicità e la serenità nei rapporti interpersonali.

 

Ma se non ci si riesce.. Il ruolo dello psicologo è quello di avere la possibilità di intervenire e poter aiutare che esiste lo spazio bianco, quindi il bello, il positivo… Lo psicologo aiuta a vedere l’alternativa e a far star bene, solo se c’è la volontà nel percepirlo…

Molti tornano indietro o mollano poco dopo. Molti continuano imperterriti sulla propria strada anche se sbagliata. La volontà fa grandi cose! Significa mettersi in discussione, accettare i propri limiti ed analizzare i propri errori ed obiettivi; e prendiamo visione anche della propria  sofferenza. Significa ammettere che il cattivo non è. L’altra persona ma siamo noi stessi!

La paura è ciò che ci obbliga a proseguire verso la strada sbagliata.. Chi non lavora su se stesso ha la volontà la tenacia di continuare verso la propria comodità.

Leave a Comment