Autostima psicologo Brescia

Autostima e fiducia in se stessi

Autostima psicologo Brescia

L’autostima non significa che siamo belli o bravi, o se reggiamo il confronto con gli altri,  o che dobbiamo cambiare per raggiungere qualche risultato fissato; l’autostima inizia fin dalla tenera età e noi genitori, o adulti, dobbiamo insegnarli ad auto-stimarsi, a conoscere il peso di noi stessi, di quanto e di come si vale, quali sono e che carico hanno le virtù e le debolezze.

Dobbiamo donargli la consapevolezza su cosa contare, nei propri interessi, nelle proprie abilità, nel talento, nelle passioni, nella virtù e tutto questo per realizzare i propri progetti.

Devono individuare le debolezze che non fanno parte di noi, devono imparare a non considerare i canoni esterni e il giudizio degli altri per la valutazione di se stessi; non bisogna essere convinti di non valere, di non essere capaci, di non piacere, di non essere sempre inadeguati.

Ogni essere umano nasce con una dose elevata d’autostima lui sa chi è, sa che vuole ed ha fiducia in se e nella vita…

Poi cosa capita?

Una relazione o tante possono mettere l’individuo a modificare azioni, parole, emozioni, e rovinano l’autostima…

I bambini di oggi subiscono lo stress dei voti scolastici, prestazioni eccessive nello sport, il bisogno di omologarsi alle mode e ai loro leader sportivi o dello spettacolo, mancano di rispetto ai loro genitori e a tutti ali adulti, non si piacciono fisicamente, si vergognano delle emozioni soprattutto se sono diverse dagli altri.

Gli adulti, anch’essi alle prese con lo stress, cercano in tutti i modi di accontentare le esigenze dei se stessi e per di più dei figli.

Allora noi GENITORI dobbiamo pensare se le nostre parole, azioni, e/o emozioni  possono influenzare l’autostima del proprio figlio, il futuro individuo …. è bene che io genitore faccia qualcosa perché lui si stimi? davvero lui è timido? davvero lui si vergogna? davvero lui è un pasticcione?

Tuo figlio ha il suo temperamento naturale, ma la tua influenza e quella dell’ambiente esterno plasma la sua autostima.  Insomma per aiutarlo bisogna stare attenti a pronunciare frasi che non lo fanno sentire sottovalutato.

LE PAROLE HANNO UN GRANDE POTERE!

Leave a Comment